fbpx
Top Zone Consultant per l’Europa, specializzata nell’applicazione della Strategia Nutrizionale Zona direttamente con il dr. Barry Sears, con il quale è co-autrice dei libri Il Bello della Zona, La zona del Futuro, Magri per Sempre e La Zona Mediterranea.

Contatti

Piazza Nicolò Tommaseo 2/A 20123 Milano
Studio: +39 335 46 63 34

Blog

Home  /  Dieta Zona   /  Sgarri alla dieta e vita sociale

Sgarri alla dieta e vita sociale

Ripeto spesso che per me “dieta” non significa “forzatura” ma “filosofia nutrizionale corretta”.
Per me è molto importante far passare questo messaggio, perché spesso si vive la dieta come un regime di ristrettezze e divieti, andando di fatto a minare il nostro benessere psicofisico, anziché favorirlo.
Meravigliosi alleati del nostro benessere sono i nostri amici, i nostri cari e spesso l’occasione di passare del preziosissimo tempo con loro ci viene offerta durante pranzi e cene: dovremmo forse rinunciare a un simile piacere perché viviamo nel modo sbagliato un regime alimentare?
Da Zone Coach non sto certo consigliando di lasciarci andare alle abbuffate ogni volta che ne abbiamo l’occasione: alimentarsi in maniera corretta è la sola strada per stare bene fisicamente e, come ho detto in passato, è fondamentale per affrontare le tempeste che la vita ci riserva.
Ma un momento di convivialità con gli amici scalda davvero il cuore e possiamo e dobbiamo viverlo serenamente!
Se, per esempio, andiamo al ristorante, basta scegliere con un po’ di attenzione le pietanze, cercando di favorire piatti ricchi di carboidrati colorati e proteine e di evitare i carboidrati sfavorevoli.
E se invece siamo ospiti? Beh, se siamo stati bravi e attenti prima e siamo pronti a rimetterci a regime subito dopo, un piccolo sgarro non ci farà troppo male!
Magari il corpo un po’ si ribellerà, ma una vita senza sgarri è troppo punitiva e rigida.
Purché sia piccolo e temporaneo e purché subito dopo siamo pronti a riprendere la nostra giusta alimentazione, qualche volta uno sgarro serve a non essere troppo rigidi con se stessi e soffrirne!

photo credit: Frederic Poirot via photopin cc